Come usare il multimetro per misurare Tensione, Corrente e Resistenze

Il multimetro è un tester che consente di misurare: la tensione continua, la tensione alternata, la corrente di una tensione continua, la resistenza, la caduta di tensione del diodo led e il guadagno di del transistor.

Descrizione

Il multimetro elettronico è fornito da display a 7 segmenti ed è alimentato da una batteria a 9V.

Misurare la tensione continua

Sul tester collegare il cavo nero alla porta COM e il cavo rosso alla porta V Ohm mA. L’estremità del cavo nero dovrà andare a finire sul polo negativo mentre il cavo rosso sul polo positivo della tensione da misurare.

Accendere il multimetro digitale e posizionare la levetta dal lato della freccia su un valore superiore alla tensione reale. Le scale in genere sono: 200 mV, 2000 mV, 20 V, 200 V e 500 V o 1.000 V.

Se ad esempio voglio misurare una tensione da 5V o da 12V bisogna tarare lo strumento sui 20V.

Misurare la tensione alternata

Funziona analogamente a ciò già visto per la tensione continua, quindi il cavo nero va sempre a finire sulla porta COM e il cavo rosso alla V Ohm mA, poi – senza necessariamente seguire alcun ordine collegare i cavi al neutro e alla fase della tensione da misurare.

Inoltre la levetta del multimetro dovrà andare a finire su 500 o 750 V, giacché l’altro valore 200 V è inferiore alla tensione fornita nelle abitazioni civili, generalmente 220 V.

Misurare la corrente della tensione continua

E’ possibile conoscere quanta corrente passa in un circuito effettuando una modifica allo stesso. Infatti differentemente da ciò che è stato spiegato sopra per la tensione continua e alternata non è valido per la misurazione della corrente. Qui non è possibile effettuare un collegamento in parallelo bensì un collegamento in serie.

Collegare il puntale nero al boccolo COM mentre il puntale rosso al boccale 10A poi connettere solo il puntale rosso al polo positivo dell’alimentatore diversamente il puntale nero dev’essere collegato al polo positivo della batteria o altro dispositivo di cui si desidera la misurazione, quest’ultimo a sua volta avrà il polo negativo collegato direttamente al polo negativo dell’alimentatore.

Riassumendo:

  • Puntale nero che parte dal boccale COM e finisce al polo positivo del device da testare.
  • Puntale rosso che va dal boccale 10A e termina al polo positivo dell’alimentatore.
  • Polo negativo del device testabile da collegare al polo negativo dell’alimentatore.

Misurare la resistenza

Il multimetro è in grado di misurare anche la resistenza, a circuito spento. Collegare il cavo rosso al moccolo V Ohm mA e il cavo nero al moccolo COM e poi spostare l’altra estremità ai rispettivi lati della resistenza.

Anche in questo caso lo strumento va tarato in base al valore massimo che si presume avere della resistenza. Di conseguenza i valori possibili sono: 200 Ohm, 2.000 Ohm, 20 K Ohm, 200 K Ohm e 2.000 K Ohm.

 

 

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.