Come alimentare luci a led usando un alimentatore ATX

Le strisce led funzionano tramite un alimentatore di tensione continua. Tale trasformatore si può trovare in commercio sotto varie caratteristiche, c’è quello da esterno e da interno, l’altro pre assemblato dove basta collegare la spina in una presa di casa e l’altro invece da montare. Il costo di un buon alimentatore si aggira sui 20 euro tuttavia è possibile spendere molto bene procurandosi da un vecchio pc che non si usa più o ricavandolo dal mercatino dell’usato sotto casa, un alimentatore per pc desktop.

Un alimentatore ATX di quelli usati nei vecchi pc fissi può essere riutilizzato in vari modi. Essendo a tutti gli effetti un trasformatore da corrente alternata a corrente continua facendo gli opportuni collegamenti è possibile ottenere varie tensioni, quelle predefinite sono rappresentate dal cavo rosso di 5V (standard per ricaricare la maggior parte dei dispositivi elettronici, come uno smartphone) e dal cavo giallo di 12V (utilizzabile per alimentare hard disk da 3,5” e appunto strisce a led), ma è anche possibile ottenere: 10V, 17V e 24V.

 

Il collegamento è piuttosto elementare ma prima di procedere è necessario tagliare un piccolo pezzo di filo che fa da ponte tra il polo di colore verde e uno di colore marrone, ciò serve a far funzionare l’alimentare, appena si sente la ventola che gira, staccare l’alimentatore e collegare il cavo rosso (polo positivo) della striscia led al morsetto col cavo giallo (tensione 12V) dell’alimentatore e quello di colore nero (polo negativo) al rispettivo morsetto col cavo nero dell’alimentatore.

Riassumendo:

  • filo ponticellato tra i morsetti dell’alimentatore di colore nero e verde.
  • filo rosso della striscia led da collegare al morsetto col cavo giallo dell’alimentatore.
  • filo nero della striscia led da unire al morsetto con lo stesso colore dell’alimentatore.

Attenzione! Effettuare i collegamenti sempre a spina scollegata e non invertire le polarità delle strisce a led.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.