Come collegare un Neon (al porta neon, al reattore e allo starter)

Il neon rappresenta una valida alternativa alla classica lampadina. Inventato a inizio secolo è un particolare tipo di lampada che contiene del gas neon a bassa pressione. Differentemente dalle lampade tradizionali i neon richiedono due elementi aggiuntivi: lo starter e il reattore.

Occorrente

  • Neon
  • Reattore
  • Starter
  • Porta Starter
  • Supporto per neon
  • Forbice da elettricista
  • Morsetti a cappuccio
  • Giravite

Montaggio

L’assemblaggio del neon vale sia per quelli a forma circolare che a tubo.

Fissare la base del neon al muro.

Da ogni lato del porta neon parte un filo che arriva al porta starter.

Un filo del porta neon arriva al reattore.

L’altro cavo va dal porta neon alla fase diretta dell’impianto elettrico oppure di una spina da 10 Ampere.

Infine dal reattore un cavo finisce al neutro diretto dell’impianto elettrico oppure di una spina da 10 Ampere.

Nel caso di collegamento diretto aggiungere un interruttore unipolare collegando fase e neutro nei rispettivi morsetti.

Eventualmente è possibile illuminare l’interruttore unipolare seguendo la guida: 3 metodi per illuminare un interruttore unipolare.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.