Installare invertitore e deviatori per accendere e spegnere la luce da 3 punti

Dopo aver visto come accendere e spegnere la luce da 2 punti diversi usando due deviatori è possibile aggiungendo un invertitore gestire la luce anche da 3 punti.

Cosa bisogna avere?

  • 2 deviatori*
  • 1 invertitore*
  • Filo da 1,5 mmq
  • Forbice da elettricista
  • Canalina
  • Giravite

*esistono anche in versione illuminabile, in quest’ultimo caso sarà necessario acquistare anche una spia luminosa.

Si tratta di un’azione invasiva.

Prima di proseguire bisogna notare che apparentemente deviatori e invertitori sembrano identici ma è facile distinguerli dal retro in quanto i deviatori hanno 6 morsetti mentre gli invertitori hanno 8 morsetti.

Gestire le luci da 3 punti

Staccare la luce, rimuovere la placca, svitare la scatola elettrica e togliere il vecchio interruttore collegando uno dei deviatori.

Sul morsetto centrale di uno dei deviatori collegare la fase proveniente dall’impianto elettrico.

Sempre sullo stesso deviatore collegare due fili che partono dal morsetto 1 e 2 e arrivano ai rispettivi morsetti dell’invertitore.

Sull’altro deviatore connettere due fili che vanno dal morsetto 1 e 2 ai morsetti L1 e L2 dell’invertitore.

Al cavo centrale del secondo deviatore collegare il ritorno di lampada.

Illuminare deviatori e invertitori

Deviatori e invertitori sono illuminabili allo stesso modo che si è visto nella guida: 3 metodi per illuminare un interruttore unipolare.

Sperimentazione locale

Prima di agire direttamente sull’impianto elettrico di casa potete usare una lampada da tavolo per verificare di aver capito chiaramente tutti i collegamenti.

Nel dettaglio:

  • Rimuovere l’interruttore dalla lampada.
  • Collegare il neutro della lampada al neutro (colore blu) del cavo usando del nastro isolante o preferibilmente un morsetto a cappuccio.
  • Collegare il ritorno di lampada al morsetto centrale di un deviatore.
  • Collegare la fase proveniente dal cavo al morsetto centrale dell’altro deviatore.
  • Creare due punti: il primo va dai morsetti 1 e 2 del primo deviatore ai rispettivi morsetti dell’invertitore; l’altro va dai morsetti 1 e 2 del secondo deviatore ai morsetti L1 e L2 dell’invertitore.
  • Inserire la spina e verifica l’accensione e lo spegnimento sia dai due deviatori che dall’invertitore.

Se non si ha a disposizione una vecchia lampada da tavolo, si renderà necessario acquistare tutto il necessario per costruirne una, in particolare: filo bipolare (sotto la guaina contiene la fase marrone e il neutro blu) da 0,75 mm, una spina elettrica da 10 Ampere, un porta lampada e una lampadina.

Alternative

Fino a 3 punti luce – considerando anche il costo dell’operazione – può comunque risultare l’utile l’uso di deviatori e invertitori. Seppur tecnicamente possibile collegare 4 punti luce adoperando una coppia di deviatori e una coppia di invertitori è preferibile l’alternativa rappresentata dall’installazione di relè interruttore (o nel caso di “effetti speciali” di relè commutatore) unitamente all’uso dei pulsanti.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.