Configurare Range Extender per migliorare segnale WI-FI

Un range extender, o comunemente conosciuto come ripetitore WI-FI, è un piccolo dispositivo elettronico collegabile a una comunissima presa da 10A che consente di migliorare sensibilmente il segnale WI-FI della propria rete locale.

È la soluzione ideale per coprire una casa su due livelli oppure dove siano presenti muri spessi.

Nella scelta all’acquisto è importante sceglierne uno con un’altra velocità di trasmissione, soprattutto nel caso in cui, in casa, si abbia un collegamento alla fibra ottica.

La configurazione varia in base al dispositivo acquistato e può avvenire tramite app del produttore oppure via browser da computer. In questa guida vediamo la procedura per la configurazione via PC.

Un modello di range extender.

Interfaccia

L’interfaccia di un range extender è abbastanza semplice, caratteristiche comuni sono la spina europea da 10A e il pulsante WPS che consente di caricare la chiave di cifratura senza digitarla. Funzionalità aggiuntive, presenti nelle versioni a fascia medio-alta, sono la presenza della porta ethernet, ciò consentirà una migliore qualità del segnale, di una o più antenne e la compatibilità, oltre che su rete WI-FI 2.4 GHz, anche su WI-FI a 5 GHz.

Montaggio

Come già accennato all’inizio il montaggio consiste semplicemente nell’inserire la spina europea da 10A in una qualsiasi presa installata in casa (italiana, Schuko ecc.). Tuttavia un aspetto fondamentale da tenere in considerazione è il posizionamento, deve trovarsi a metà strada tra il router e i dispositivi da collegare.

Indirizzo gateway

La prima cosa da fare, una volta ricevuto il range extender, è collegarsi al WI-FI del dispositivo, in questa fase di libero accesso quindi pubblico. Poi, se si usa Windows, tenere premuto il tasto Windows unitamente alla lettera R, si aprirà così l’app Esegui, scrivere cmd e premere invio. A questo punto si è avvia il prompt dei comandi, scrivere ipconfig e fare copia-incolla sulla barra degli indirizzi del browser in uso l’url del gateway. Generalmente il gateway ha il seguente indirizzo: 192.168.0.1 oppure 192.168.1.1.

Prima installazione WI-FI

Se tutto è filato liscio sarà richiesto di inserire username e password. Di default questi valori, spesso sono: admin e admin o più semplicemente admin e password.

Non rimane che seguire le istruzioni a video e in particolare sarà richiesto di inserire il nome della rete locale (SSID) e la rispettiva chiave di cifratura WPA/PSK, quest’ultima tuttavia può essere inserita automaticamente qualora il router sia fornito di funzionalità WPS.

È fortemente consigliabile modificare il nome di default della rete del range extender.

Al termine confermare le impostazioni e attendere il riavvio del dispositivo.

Configurazione alternativa cablata

Per una migliore copertura del segnale, ma solamente nel caso in cui il range extender fosse fornito di porta ethernet potrebbe anche rendersi necessario, in alcuni casi estremi, collegare il router al range extender facendo uso di parecchi metri di cavo di rete con connettore universale RJ45 possibilmente di cat8 piatto ad alta velocità, con frequenza da 2000 Mhz e velocità di trasmissione fino a 40 Gbps.
L’indirizzo del gateway, in questo caso, non si ricava dal comando ipconfig (restituirebbe il gateway del router e non del range extender) bensì collegandosi al gateway del router, individuandolo e prelevandolo dai dai device connessi.
A questo punto, la configurazione è come quella vista nel paragrafo “Indirizzo gateway” seguendo i passaggi partendo dall’avvio dell’utilità Esegui.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.