Aggiungere interruttore bipolare a scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno elettrico è uno dei dispositivi che pesa maggiormente sulla bolletta della luce pertanto risulta fondamentale poterlo spegnere quando non serve.

Al momento del collegamento elettrico è possibile collegare i tre fili che escono dalla scaldabagno a una tipica spina da 16 Ampere. Tuttavia questo tipo di connessione comporta ogni volta di staccare e riattaccare la spina.

E’ utile collegare un interruttore bipolare (riconoscibile dalla scritta 0 e 1) nei seguenti casi:

  • Scaldabagno privo di interruttore
  • Scaldabagno con interruttore ma privo di led indicatore
  • Scaldabagno con interruttore e led indicatore ma posizionato troppo alto

Montaggio

  • Staccare la luce,
  • rimuovere la placca,
  • estrarre la scatola,
  • togliere il tappo copriforo,
  • inserire l’interruttore bipolare.

L’interruttore bipolare presenta quattro coppie di morsetti.

In alto va collegato al primo morsetto il neutro e al terzo la fase proveniente dall’impianto elettrico.

In basso va collegata la fase al primo morsetto e il neutro al terzo morsetto, entrambi provengono dallo scaldabagno.

Infine la messa a terra va collegata tramite un morsetto a cappuccio con la messa a terra dell’impianto elettrico.

Nel caso in cui si desidera aggiungere una spia luminosa basterà procurarsi una piccola lampadina e collegare neutro e fase ai rispettivi morsetti posizionati in alto dell’interruttore. Così quando lo scaldabagno è accesso, oltre ad avere l’interruttore bipolare abbassato sulla posizione 1, sarà presente un led a indicarne l’alimentazione.

All’interruttore è possibile associare anche una presa da 16 Ampere alimentata dal ponteggio con i morsetti in alto dell’interruttore, mentre al centro va a finire la messa a terra dello scaldabagno.

loading...

1 commento su Aggiungere interruttore bipolare a scaldabagno elettrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.